'Ndrangheta in Lombardia, M5S a Maroni: "Daspo a Mantovani da Regione"

Mario Mantovani "è una mela marcia che deve essere estirpata dalle istituzioni": con queste parole il capogruppo del M5S al Consiglio regionale della Lombardia, Andrea Fiasconaro, chiede che il consigliere di FI risultato indagato per corruzione nell'ultima inchiesta sulla 'Ndrangheta in Lombardia lasci il Pirellone.

"In questi anni di legislatura - prosegue Fiasconaro in una nota - l'ex braccio destro di Maroni ha timbrato il cartellino in quasi tutti gli scandali che hanno investito la Regione Lombardia. Ora ci aspettiamo un 'Daspo' definitivo da parte di Maroni che, insieme alla sua maggioranza, aveva riaccolto Mantovani a braccia aperte tra i banchi del Consiglio regionale, dopo che nel 2015 venne arrestato per corruzione e turbativa d'asta in ambito sanità ed edilizia scolastica. Oppure dica apertamente che nell'aula che rappresenta tutti i cittadini arrestati e indagati possono trovare casa".