Elezioni Ordine dei Geologi della Calabria, presentato il programma di "Geologi in Ordine"

Un programma che punta sui servizi, la promozione della figura professionale e sulle opportunità, quello presentato ieri pomeriggio a Lamezia Terme dalla lista "Geologi in Ordine" in vista delle elezioni per rinnovo del Consiglio dell'Ordine dei Geologi della Calabria il prossimo 27 settembre.Undici candidati, Beniamino Tenuta indicato come presidente, Beniamino Capicotto, Giuseppe Cufari, Leonardo Filippelli, Salvatore Larosa, Marco Le Pera, Domenica Liporace, Giuseppe Melchionda, Alessandra Pezzo, Pino Pirillo e Marco Scarpelli.

L'iniziativa di venerdì ha rappresentato un momento di confronto e dibattito con i geologi calabresi sul futuro dell'Ordine dei Geologi della Calabria, affinché la categoria ritrovi il giusto riconoscimento in questa regione ad alto rischio sismico ed idrogeologico. Motivi in più per non svilire una figura professionale fondamentale per la prevenzione e la salvaguardia sui territori.

Un ritorno quello di Tenuta, già presidente dell'Ordine calabrese e con alle spalle un'esperienza nel Consiglio nazionale con il ruolo, oltre che di consigliere, di vice presidente. Lo affianca in questa tornata un gruppo di professionisti, quasi tutti alla prima esperienza ordinistica. Tanti giovani che con entusiasmo hanno inteso portare avanti un programma condiviso che punta al rilancio dell'Ordine come ente solido e rappresentativo. Una rappresentatività venuta meno negli ultimi anni, così come emerso dagli interventi della giornata.

Diverse le proposte illustrate affinché l'Ordine torni a lavorare a servizio di un'intera categoria. Formazione e informazione continua su tematiche attuali, assemblee, affiancamento ai neo iscritti, possibilità di una Consulta provinciale, comunicazione esterna più capillare, maggiore apertura verso gli altri ordini professionali nonché con Istituzioni vicine al mondo della geologia come la Protezione Civile, le Università, le associazioni europee e gli enti pubblici in generale.

Partendo dunque dalle criticità che hanno caratterizzato l'Ordine calabrese in questi ultimi anni, si vuole ricostruire un ente che riaffermi il ruolo del geologo in Calabria, sia attivo e caratterizzante in particolar modo per i giovani che costituiscono, sì, il maggior numero degli iscritti (circa ottocento in totale) ma che sono sempre meno rispetto al passato anche a causa delle ristrettissime possibilità oggi riservate a chi sceglie questa strada professionale che, al contrario, in una regione come la nostra, dovrebbe avere spazi sempre maggiori. Geologi in Ordine vuole riappropriarsi di questi spazi promuovendo l'idea di un ordine attento alle esigenze della professione e presente nella vita degli iscritti.