Oliverio: “Rimpasto di giunta? No a gossip”

oliverio mariocr500"Più che farci assorbire dai gossip estivi che poi non sono nemmeno totalmente estivi ma si ripropongono quotidianamente e interessano soprattutto il ceto politico e non i cittadini, mi interesserei delle questioni concrete. Poi se ci sono problemi anche per quanto riguarda la giunta, li affronteremo a tempo debito. Ma senza traumi e senza patemi d'animo". Lo ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio, parlando con i giornalisti a margine di una conferenza stampa, rispondendo ad una domanda sui temi del possibile rimpasto in giunta e delle nomine dell'ufficio di presidenza del Consiglio regionale rinviate a settembre. Durante l'incontro con i giornalisti, Oliverio, aveva parlato di apertura di nuova fase dopo due anni e mezzo di governo regionale. "Quando parlo di nuova fase - ha chiarito Oliverio - mi riferisco alla necessità di aprire una fase nuova sul versante del confronto con le forze sociali, con i sindaci e con il territorio e anche dell'azione di Governo". "Le nomine del Consiglio regionale vanno fatte - ha poi aggiunto Oliverio affrontando l'altro tema politico di questi giorni - ma non è la prima volta che una seduta convocata per agosto si aggiorna al mese di settembre. Nei quarant'anni di regionalismo calabrese, e non solo calabrese, c'è una ricca casistica a cui si può fare riferimento. Non mi pare sia fatto disastroso per la Regione. Certo bisogna che si affrontino i problemi e saranno affrontati.

Tuttavia questa è materia dell'assemblea non della giunta. Io partecipo, naturalmente, per quanto mi riguarda, in qualità di consigliere regionale non di presidente dell'esecutivo a questo confronto. Certamente c'è un dato politico, ma non drammatizzerei. E' naturale che quando si affrontano questioni di questo tipo ci siano problemi. Sia nella maggioranza che nell'opposizione. Mi pare di avere letto infatti che le minoranze sono due e anche all'interno delle due ci sono problemi che diversificano l'approccio dei singoli consiglieri".