Verso la riedizione della fase di invio delle domande acquisite per il Bando Impianti e Macchinari

I Dipartimenti regionali interessati, su indirizzo della Presidenza della Giunta regionale e a seguito delle segnalazioni pervenute in ordine alla modalità di presentazione delle domande a valere sul Bando "Impianti e Macchinari", hanno provveduto, in data odierna, insieme a Fincalabra e alla società fornitrice del servizio, ad effettuare le opportune verifiche tecniche sulla piattaforma informatica. La verifica – informa una nota dell'Ufficio stampa della Giunta - ha confermato la corretta gestione delle domande inserite ed inviate. Il sistema ha registrato ottimi risultati di performance nella ricezione di un numero elevato di domande, correttamente acquisite nell'arco di pochi secondi. E' stata, tuttavia, rilevata una non sufficiente chiarezza nei contenuti del documento 'Guida Utente', limitatamente alla descrizione della fase di invio, che ha potenzialmente inficiato il superiore principio di par condicio tra i soggetti proponenti che hanno tempestivamente finalizzato la domanda di concessione di contributo entro termini previsti dal bando e dai successivi decreti attuativi. La procedura prevista dalla piattaforma, infatti, presenta un tasto "Inviata" dal quale si genera l'attività di verifica della domanda e l'apertura di una "finestra di pop-up" su cui cliccare il tasto "Invia Domanda" per avviare la conferma dell'operazione. Da qui si apre un'ulteriore finestra, con il tasto "Si Protocolla", che serve ad inoltrare in modo definitivo la domanda al protocollo dell'ente. Tale momento di conferma, utilizzato anche nei precedenti bandi, si è reso necessario al fine di evitare abusi (quali ad esempio l'inoltro automatizzato delle domande) e per garantire la sicurezza del sistema. Nella fattispecie, però, il tasto "Invia Domanda" era attivo già prima della apertura dello sportello, mentre il tasto "Si Protocolla", presente nella finestra di conferma, era disponibile solo all'effettiva apertura dello sportello. Ne deriva che alcuni utenti potrebbero avere perfezionato il passaggio "Invia domanda" prima dell'apertura dello sportello, trovandosi così in condizioni di potenziale vantaggio rispetto agli altri. L'amministrazione regionale nel sottolineare che le modalità di invio sono state prioritariamente dettate dalla necessità di assicurare il rispetto di criteri di sicurezza e di parità di accesso verso tutti gli utenti, tenuto comunque conto di quanto sopra, disporrà, quindi, la riapertura della fase di presentazione delle domande.

Notizie Flash

quadrante amaranto 185x80px