Basket
 

Reggio Calabria piange Kobe Bryant, Falcomatà: “Gli intitoleremo uno spazio pubblico”

Bryant kobeReggio Calabria dedicherà uno spazio pubblico a Kobe Bryant. A comunicarlo, il sindaco Giuseppe Falcomatà, che ha voluto ricordare, con un post su facebook, la stella Nba deceduta il 26 gennaio a 41 anni, insieme alla figlia e ad altre persone, a causa di un incidente in elicottero.

Nella giornata di oggi, la Pallacanestro Viola aveva chiesto al primo cittadino l'intitolazione di una via o una piazza di Reggio Calabria al campione che ha fatto la storia del basket e dei Lakers (leggi qui). Bryant infatti ha vissuto dai 6 ai 13 in Italia, giocando al minibasket con la canotta della Viola prima di trasferirsi a Rieti, Pistoia e Reggio Emilia, squadre dove giocava il padre "Jelly Bean", stella degli anni 80 anche tra I pro.

"Caro Kobe, sono giorni senza gloria in cui si interroga il cielo" ha scritto Falcomatà. "E mentre ci guardi da lassù, insieme alla tua piccola, ispira i nostri giovani come hai sempre fatto. Con te è stato un grande sogno, le notti alte ad aspettarti alla Tv, il tuo rimanere sospeso a canestro come a nascondere i giorni di fatica e sudore.

"È a Reggio – si legge ancora nel post del primo cittadino - che hai mosso i tuoi primi passi nella pallacanestro. È a Reggio che hai vissuto e sei andato a scuola. È Reggio che ti ha visto fare i primi canestri a fine primo tempo durante le partite di papà Joe. È a Reggio che hai imparato "l'ossessione" per il basket. È Reggio che ti ricorderà con uno spazio pubblico da dedicare alla tua memoria, perché per noi, anche se sei diventato un gigante sarai sempre "il piccolo Kobe". Ti portiamo con noi Kobe, a Reggio. Da quel campo da cui tutto è partito, e tu a dirci che anche da qui si possono vedere le stelle e diventare una di loro. Veglia sui nostri giovani Kobe, sostienili nel gioco della vita".