Altri Sport
 

Il reggino Lavino si fa onore ai campionati italiani juniores indoor di eptathlon a Padova

Ha rappresentato degnamente la Calabria e il Sud Italia nella massima competizione tricolore indoor di atletica leggera riservata alle prove multiple. E lo ha fatto nell'eptathlon, specialità in grande espansione. Riccardo Lavino, classe 2000, alla seconda esperienza consecutiva in una fase finale di un campionato italiano (l'anno scorso aveva partecipato a Torino agli assoluti tricolori di decathlon), ha ottenuto un brillante 13° posto finale. La gara, svoltasi nel moderno "Palaindoor" di Padova, ha visto ai nastri di partenza i migliori specialisti della penisola.

Il talentuoso eptatleta reggino (già campione regionale allievi nel decathlon nel biennio 2016/2017 e a livello juniores nel 2018), tesserato con la società "Atletica Barbas", non ha sfigurato al cospetto dei titolati avversari, evidenziando miglioramenti in tutte le discipline, dai salti ai lanci, alle corse. Eccellenti le sue performances nell'asta e nel peso, dove si è classificato rispettivamente al settimo e all'ottavo posto. Il suo piazzamento finale in terra patavina (è stato il migliore da Livorno in giù) assume maggior rilievo alla luce delle arcinote difficoltà di allenarsi a Reggio Calabria per carenza di impianti e dell'eccelso livello tecnico della competizione. Basti pensare che il vincitore, il cremonese Dario Dester, ha ottenuto il record italiano juniores di specialità con 5489 punti.

Lavino ha totalizzato complessivamente 4000 punti. Questi, nel dettaglio, i suoi risultati nella due giorni di gare: 60 piani 7.65 (665 punti), salto in lungo 5.94 (574 punti), lancio del peso 10.61 (522 punti), salto in alto 1.70 (544 punti), 60 ostacoli 9.23 (696 punti), salto con l'asta 3.50 (482 punti), 1000 metri 3.15.91 (517 punti).

Estremamente soddisfatti per i progressi del loro atleta di punta il presidente del sodalizio reggino Salvatore Calcagno e il suo allenatore Luigi Barbarello.

"Sono contento del risultato finale – ha detto Riccardo Lavino al termine della gara. È stato molto stimolante confrontarmi con i migliori rappresentanti dell'eptathlon nazionale. Sicuramente posso fare meglio. L'auspicio è quello di potermi allenare con regolarità nella mia città e di rivivere le emozioni di una gara così importante anche il prossimo anno".