Altri Sport
 

Buona la prima per il Locri Futsal

Prima dell'inizio del match è stato presentato un acquisto molto ma molto importante sia per il Locri Futsal che per le varie squadre che si succederanno al campetto Fun Club di Locri, ovvero il defibrillatore semiautomatico. In virtù di un accordo con Banca Mediolanum di Siderno grazie a Roberto Gerasolo e a Domenico Stilo (uomini di spessore che hanno capito la valenza del progetto locrese) il Locri Futsal avrà il suo defibrillatore come prevede la legge, atto molto importante che rafforza ancora di più la nuova etica della stessa.

Per quanto riguarda la cronaca della partita, la squadra del presidente Puro esce alla distanza del match con l'ostico Rombiolo dopo un primo tempo abbastanza in equilibrio tra le parti.

Alla rete iniziale di Gnisci, risponde Faldato su amnesia locale, ma al 22 esimo Pestich concretizza in rete una bella azione di Rappocciolo che congela il risultato sul 2-1.

Nella ripresa gli amaranto hanno una marcia in più e lo si nota subito, gli ospiti pagano lo sforzo del primo tempo e cadono sotto i colpi di Gnisci, Puro, Musitano e due volte con Rappocciolo e Palumbo, di mezzo solo la rete di Lo Schiavo per il Rombiolo.

Una ripresa molto intensa ed oculata da parte dei ragazzi di mister Ferrara che non ha lasciato scampo agli avversari in maglia bianca increduli nel non riuscir a reagire, ma sia le geometrie in campo e sia la tenuta atletica ha preso il sopravvento sul macth.

Dopo le due vittorie in coppa Italia, arriva la prima vittoria in campionato nella prima giornata, risultato molto importante che permette a tutto l'ambiente di continuare a lavorare con serenità e programmazione. Sabato 30 settembre seconda gara di campionato ove l'armata messa su dal ds Carlo Alia andrà a far visita in quel di Reggio Calabria alla PGS Aurora Gallico.

LOCRI FUTSAL – ROMBIOLO 9 - 2

MARCATORI:
8pt Gnisci - 15pt Faldato - 22pt Pestich.
3st Gnisci - 8st Puro - 15st Lo Schiavo - 16st Musitano - 18st Rappocciolo - 23st Rappocciolo - 27st Palumbo - 29st Palumbo.