Agorà
 

All'Uniter di Lamezia Terme la relazione di Teodolinda Coltellaro "Territorio e territori nell'arte contemporanea: attraversamenti"

L'Uniter (Università della terza età e del tempo libero) di Lamezia Terme , presieduta dalla prof.ssa Costanza Falvo D'Urso, propone un'ulteriore iniziativa di promozione culturale destinata ad offrire interessanti possibilità di approfondimento conoscitivo specifico. Venerdì 13 dicembre, infatti, con inizio alle ore 17:00, nella sede istituzionale di via Misiani, il critico d'arte prof.ssa Teodolinda Coltellaro relazionerà sul tema " Territorio e territori nell'arte contemporanea : attraversamenti". La relazione della Coltellaro si soffermerà sull'universo complesso dell'arte contemporanea nell'era della globalizzazione, partendo da uno sguardo più generale al contesto artistico attuale, considerato nei suoi aspetti più connotativi, per giungere a livelli più analitici che prenderanno in esame i territori calabresi per poi giungere , in un graduale processo di avvicinamento, al particolare, nello specifico al territorio lametino, inteso come territorio di appartenenza. Teodolinda Coltellaro, nata a Gizzeria (Catanzaro), opera tra Lamezia Terme e Catanzaro. Con il suo intenso lavoro critico ha contribuito alla nascita e alla crescita qualitativa del Museo Civico di Taverna. E' componente del Comitato Scientifico del museo MARCA di Catanzaro fin dalla sua fondazione nel 2008; per lo stesso museo è direttore della collana editoriale "Quaderni del Marca". Collabora con riviste e periodici di arte contemporanea nazionali. E' cofondatrice e componente di redazione del new magazine d'arte contemporanea "Artalkers". Il suo lavoro di critico, oltre che in numerosi musei, biblioteche e archivi museali nazionali e internazionali ( Tra cui il "Centre G. Pompidou") è documentato presso l'archivio storico della Quadriennale Nazionale di Roma. Ha curato innumerevoli cataloghi e mostre realizzando, inoltre, pubblicazioni di critica d'arte e monografie d'artisti. Attualmente sta lavorando al suo prossimo libro di sole interviste a maestri internazionali dell'arte contemporanea.