Agorà
 

Reggio, consegnati i riconoscimenti del “Premio Cosmos”

Col coordinamento del vicedirettore di Repubblica Giuseppe Smorto, ha avuto luogo a Palazzo Alvaro la premiazione relativa al "Premio Cosmos" e al "Premio Cosmos degli studenti", promossi dall'apposito Comitato scientifico in partenariato con la Città metropolitana di reggio Calabria, il Planetario "Pythagoras", la Sai (Società astronomica italiana), il Miur – Direzione generale per gli ordinamenti e la Fondazione Bracco: in tema di libri di divulgazione scientifica così hanno trionfato rispettivamente Ian Stewart ("I numeri uno") e Luca Perri ("Astrobufale").
Un riconoscimento, questo, fortemente voluto dal fisico e docente all'Università di Amsterdam Gianfranco Bertone (reggino come Carmelo Evoli, ricercatore presso l'Istituto "Gran Sasso" dell'Aquila e presidente della giuria di docenti degli Istituti secondari che ha valutato le recensioni formulate da allievi di 25 scuole superiori di tutt'Italia) come pure da Lina Martino, citatissima docente e "anima" dell'Osservatorio astronomico "Pythagoras".

Tra i significativi rappresentanti istituzionali presenti in sala, anche il sindaco e sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà: « Siamo orgogliosi di essere qui a mostrare i frutti di un lavoro durato un anno, e poter ospitare Stewart e Perri – ha scandito Falcomatà –. Il Premio "Cosmos", inteso nella sua accezione classica di "ordine", è per noi importante per mettere un po' d'ordine in mezzo a tanto "Caos" composto di "bufale", e non solo a livello scientifico, di cui le nostre giornate sono costellate».