Agorà
 

“Francesco Cossiga, il tormento e l’estasi della passione politica”: il 15 giugno incontro a Reggio Calabria

Nel contesto del ciclo di conferenze sul tema "I Presidenti della Repubblica dalle origini ai giorni nostri", venerdì 15 giugno 2018, alle ore 17:30 nei locali della Libreria - Museo "Culture", via Zaleuco – Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria – CIS - promuove il decimoincontro "Francesco Cossiga, il tormento e l'estasi della passione politica". Relazionerà il prof. Tito Lucrezio Rizzo, giàConsigliere titolare dell'Organo centrale di Sicurezza Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, componente del Comitato Scientifico del CIS. Francesco Cossigafu il più giovane Capo dello Stato, attento al sentire della gente comune, alla valorizzazione del ruolo della donna, della famiglia e dei giovani. Nella dialettica democratica bisognava riscoprire la funzione dei Partiti, quali "strumento indispensabile" per realizzare gli interessi generali; ma se, viceversa, si riducevano a strumenti di mero potere, si apriva il varco "alle degenerazioni degli apparati pubblici, alla corruttela, alle insidie peggiori della vita democratica". Caduto il Muro di Berlino, Cossiga capì che la crisi del bipolarismo internazionale avrebbe avuto incisive ripercussioni in Italia più che in altri Paesi, con conseguenze per tutti i Partiti che furono perciò esortati a gestire la nuova fase storico-politica che si preparava, ma rimase inascoltato. Prese allora avvio l'era delle "esternazioni"(o "picconate"). Il 25 aprile1992 Francesca Cossiga si dimise innanzi tempo" per dare un Governo all'Italia".