Agorà
 

Reggio, oggi la mostra “L’Oriente” al Liceo Artistico “M.Preti-A.Frangipane”

Oggi, sabato 20 Gennaio 2018 alle ore 10.00 presso la sala mostre del Liceo Artistico "M.Preti-A.Frangipane" di Reggio Calabria sarà inaugurata la mostra pittorica "L'Oriente" le cui opere sono state realizzate dagli allievi della classe 5E sez. Arti Figurative in collaborazione con le classi II E – II D dell'Istituto. La mostra, inoltre, è stata arricchita da complementi d'arredo progettati dagli alunni della sez, Design della Ceramica, classi III C e V A e dagli studenti di Design del Tessuto e della Moda, classi IV B e V B, che hanno ulteriormente impreziosito quest'ultima.

Risulta, dunque, a chiunque facile intuire le difficoltà e il lavoro di reinterpretazione personale,che ha portato gli allievi della classe V E del Liceo a voler illustrare e documentare un mondo artistico ancora oggi evocatore di un universo raffinato e sognante , fatto di colori intensi, stoffe preziose, idoli remoti, che tanto hanno affascinato artisti del calibro di Gauguin, Van Gogh, che ne amarono soprattutto le atmosfere ed i colori puri.

La mostra esemplifica anche lo stretto rapporto tra arte pittorica e tecniche artigianali tipiche della lavorazione della lacca, del metallo, della ceramica, dei tessuti, esistente in Giappone ancora oggi. Ciò è stato possibile grazie ad una ricchezza del nostro Liceo, ovvero, i Laboratori artistici,vera fucina di manifatture di qualità, guidati da esperti docenti e assistenti di laboratorio. Inoltre,

i grandi pannelli di raso posti all'ingresso, introducono alla mostra con una caratteristica pittura che ricorda il filone pittorico" Yamatoe"( letteralmente "pittura giapponese") stile che si sviluppa in maniera autonoma in Giappone dopo l'anno Mille in ambito imperiale, dando vita a rotoli illustrati e paraventi con una varietà di colori brillanti a cui potevano aggiungersi decorazioni d'oro e argento.

Per quanto riguarda i pannelli polimaterici centrali, questi ricordano il filone giapponese " Kanga" con carattere manifestamente cinese e si caratterizzano per i colori tenui e limitati e una preferenza per le tonalità neutre e l'inchiostro nero, calibrate bene ,per esprimere non solo gli elementi del paesaggio, ma anche la luce e l'aria che li avvolgono.

E' evidente da ciò,che si è voluto proporre nella mostra il sentimento per la natura della cultura orientale che è profondo e si può dire anche religioso sin dalle sue origini: sui manufatti si possono riscontrare raffigurazioni di fiori, piante, animali anche fantastici come i draghi, cambiamenti stagionali che segnano la ritualità del quotidiano, dal kimono indossato ai bonsai di piccole piante delicatissime, alla decorazione su molti elementi d'arredo.

Si ringrazia in particolare il Dirigente Scolastico, Avv. Albino Barresi, il docente Rodolfo Malafarina, curatore dell'evento e le assistenti tecniche Cristiano Marinella e Caterina Ieracitano.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 24 Febbraio 2018.