Agorà
 

Reggio, ecco la mostra “Non omnis moriar – Uomini al fronte 1915-1918”

L'Archivio di Stato di Reggio Calabria e la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Calabria aderiscono alla Domenica di Carta con l'apertura straordinaria della sede dalle ore 16,00 alle ore 20,00 e la presentazione al pubblico dell'evento Non omnis moriar – Uomini al fronte 1915-1918, mostra integrata di documenti e reperti, con un reading narrativo e intermezzo musicale.

La manifestazione, che ha inizio alle ore 17,00 ed è realizzata con la collaborazione del Comune di Reggio Calabria e del Conservatorio Cilea di Reggio Calabria, costituisce un'ulteriore tappa del progetto"Articolo 9 della Costituzione. Cittadinanza attiva per valorizzare il patrimonio culturale della memoria storica a cento anni dalla Grande Guerra". La mostra racconta, nello scenario internazionale, il conflitto di trincea, di cielo e di mare. Sono, inoltre, illustrate tematiche specifiche legate alla storia del nostro territorio, come l'azione dei Carabinieri e della Croce Rossa durante la Grande Guerra, il fronte marittimo meridionale d'Italia e l'attività bellica nell'area dello Stretto di Messina.

I documenti attraversano i sentimenti e raccontano la fatica psicologica che ha profondamente segnato la vita della popolazione calabrese nel periodo bellico e nell'immediato dopoguerra.

L'esposizione, peraltro, assume un carattere di particolare rilievo in quanto fanno parte del percorso espositivo fonti documentali provenienti da vari complessi archivistici che la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica tutela e reperti originali offerti da privati cittadini. Sono esposti documenti appartenenti ad archivi privati: l'archivio De Nava, l'archivio Umberto Zanotti Bianco, testimonianze di Corrado Alvaro, conservati presso la Biblioteca Comunale "De Nava" di Reggio Calabria Sono presentati, inoltre, i documenti oggi versati presso l'Archivio di Stato di Cosenza e frutto di un'attività di recupero posta in essere dalla Soprintendenza, unitamente al Nucleo di Tutela dei Carabinieri di Cosenza.

La manifestazione prevede la lettura di brani di lettere "dal Fronte", di poesie di Corrado Alvaro a cura di Paola Nicolò e l'esecuzione di musiche d'epoca, i cui spartiti sono in parte patrimonio dell'Archivio di Stato di Reggio Calabria e in parte sottoposti alla vigilanza della Soprintendenza.