Agorà
 

Reggio, il 12 gennaio alla Banca d’Italia un incontro letterario: protagonista il libro “Racconti Africani” di Fausta Ivaldi

Nell'ambito della presentazione del progetto "A cheese for a smile" promosso dall'associazione no profit "Ashiafatima", giovedì 12 gennaio 2017 presso il Salone Banca d'Italia di Reggio Calabria, corso Garibaldi 160, alle ore 17,30 sarà introdotto il libro "Racconti Africani" (Città del Sole edizioni), ultima fatica letteraria della vulcanica autrice Fausta Ivaldi.

Nata nel 1939 ad Alessandria, ha lavorato come segretaria negli uffici degli Affari Economici e Finanziari del Mercato Comune (oggi Unione Europea), come segretaria di produzione presso la Sezione Cinematografica della RAI-TV e come scenografa di opere liriche al teatro "Petruzzelli" di Bari, prima di trasferirsi, nel 1967, in Nigeria, assunta in qualità di Capo del Personale presso l'azienda Stirling-Astaldi. Da quel momento in poi, l'amore per l'Africa e le sue genti prende il sopravvento nella vita di Fausta, che dal 1970 abbandona il volontariato part-time per abbracciare, unitamente al marito, il servizio ai poveri come scelta di vita.

Dal 2006, dopo aver proseguito la sua opera in diverse regioni dell'Africa, del Sudamerica e dell'Italia, si trasferisce a Reggio Calabria con il Centro Comunitario Agape "Don Calabrò" per occuparsi di chi non ha voce: donne sole con figli o che hanno subito violenze. Nel 2016 il sindaco Giuseppe Falcomatà le ha conferito la Cittadinanza Onoraria di Reggio Calabria.

L'incontro sarà introdotto dal Presidente di "Ashiafatima" Claudio Panella e moderato dal giornalista Tonino Nocera; interverrà, insieme all'Autrice, il direttore della Filiale di Reggio Calabria della Banca d'Italia, Antonio Signorello.

"I ragazzi africani non sognano bionde principesse addormentate e in attesa del principe azzurro che le sveglierà per fuggire lontano su un cavallo bianco. Nei racconti che amano sentire dai loro padri, si parla di animali, quelli che loro incontrano ogni giorno nella foresta e che hanno imparato ad amare" (Fausta Ivaldi, "Racconti Africani", 2016).