Agorà
 

Al Museo di Reggio Calabria una settimana ricca di appuntamenti per salutare il 2017

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria dà il benvenuto al 2017 con l'apertura straordinaria del 1 gennaio dalle 9.00 alle 20.00. Il giorno di Capodanno coinciderà con l'iniziativa MiBACT #domenicalmuseo, che prevede l'ingresso gratuito in tutti i musei statali. In via straordinaria, come già accaduto per i restanti lunedì del periodo natalizio, il MArRC sarà aperto anche il 2 gennaio, sempre dalle 9.00 alle 20.00. Per poi riprendere la normale chiusura settimanale al lunedì dal 9 gennaio.

Oltre alla ricca collezione dell'esposizione permanente, dal 22 dicembre il MArRC offre una nuova mostra temporanea, dal titolo "Nomisma. Reggio e le sue monete", curata da Carmelo Malacrino e Daniele Castrizio. Attraverso la presentazione di oltre 150 monete in oro, argento, elettro e bronzo, molte delle quali esposte per la prima volta, sarà possibile scoprire la storia della città di Reggio Calabria nell'antichità e nel medioevo. Questa mostra, visitabile con il normale biglietto d'ingresso, si affianca a una seconda mostra temporanea offerta dal MArRC, dedicata al tema della navigazione nell'antichità.

Dopo i tanti eventi natalizi di questi giorni, che hanno visto il succedersi di conferenze, concerti, presentazioni e convegni, prosegue la ricca programmazione del MArRC.

Per gli appassionati di cultura classica, infine, mercoledì 4 gennaio alle 17.30 si terrà la conferenza "Messa in scena di animali in commedia: antropomorfizzazione, surrealismo, favola e utopia nella pittura vascolare e a teatro, sullo sfondo della Teoria del progresso", a cura della prof.ssa Paola Radici Colace dell'Università di Messina, in collaborazione con il Centro Internazionale Scrittori della Calabria.

Giorno 6, per l'Epifania, i più piccoli potranno cimentarsi con l'Enig-MArRC, il gioco ideato dallo staff del Museo programmato dalle 10.00 alle 13.00.

Mercoledì e nel fine settimana, invece, l'apertura straordinaria delle tombe ellenistiche nei sotterranei del museo: dalle 9.00 alle 13.00 tutti e tre i giorni, domenica anche dalle 16.00 alle 20.00.

«Si chiude un anno straordinario - commenta il Direttore Malacrino. Non solo perché il 2016 ha visto la riconsegna del Museo al suo pubblico più ampio, ma anche perché ha segnato l'avvio di una stagione di rilancio culturale di questo territorio, dell'area dello Stretto e dell'intera Calabria. È stato un grande lavoro di squadra, al quale ha partecipato con entusiasmo tutto il personale del MArRC, che ringrazio. Consapevoli che molto ancora resta da fare, apriamo le porte al 2017 con l'auspicio di potere crescere ancora, sia in termini di numeri sia in termini di qualità dell'offerta culturale. Ci attendono giorni intensi - conclude Malacrino - per portare a termine la programmazione delle molte attività per le quali stiamo già lavorando».